lunedì 29 agosto 2016

Federazione Motociclistica Italiana e Corpo Forestale insieme per il terremoto


Con i motociclisti a consegnare medicine nelle frazioni distrutte dal terremoto


Il loro compito, nella tragedia del terremoto, è arrivare più lontano di dove gli altri si fermano
Passando dai boschi, come riportato sui social, e da strade dissestate di ogni tipo stanno trasportando medici, medicine, acqua, coperte e beni di ogni tipo.
L'iniziativa è partita dai motoclub di Ascoli Piceno e Cerveteri, ma la voce si è diffusa rapidamente e anche altri esperti fuoristradisti dalle regioni vicine hanno raggiunto il reatino. Sotto la direzione della Protezione Civile, caricano in sella quello che possono, anche medici, e partono in missione. Sono circa 30 gli enduristi attivi, organizzati a turni di 5 moto, che fanno avanti e indietro per le valli e i boschi, ricevendo la migliore ricompensa possibile: la gratitudine delle persone in difficoltà.

Il "nucleo operativo enduristi" che opera ad Amatrice è nato nel 2002 ed è collegato alla Protezione civile. Oggi sul campo conta una ventina di volontari. Lo zoccolo duro viene da Cerveteri, Comune dove è registrato, ma altri motociclisti si sono aggiunti da Napoli, Rieti e altre zone del Lazio.

La caratteristica che li rende fondamentali in situazioni come queste è la velocità. Il via vai di automezzi, camion dei vigili del fuoco, ambulanze e tir della Protezione civile congestiona il traffico nelle strette strade che conducono ad Amatrice. Per raggiungere gli sfollati rimasti nelle piccole frazioni ci possono volere anche delle ore. Così intervengono gli enduristi.

La Federazione Motociclistica Italiana si è attivata immediatamente assieme al Corpo forestale che, attraverso i moto club locali (primo fra tutti il Moto Club Comunanza, nella zona di Ascoli Piceno) e delle zone del Lazio, hanno radunato volontari in sella a quad e moto da enduro messisi subito a disposizione delle autorità locali e nazionali impegnate ad affrontare l'emergenza.

Il Presidente FMI Paolo Sesti ha dichiarato: ”In queste ore drammatiche siamo vicini alle tante famiglie colpite dal sisma. A nome della FMI tutta esprimo il cordoglio per tutte le vittime e un ringraziamento a tutti i soccorritori che in queste ore febbrili continuano eroicamente a cercare sopravvissuti. Vorremmo contribuire in modo concreto e siamo riusciti a mobilitare tanti motociclisti pronti a partire per le zone colpite. Un segnale di solidarietà e di partecipazione del quale vado particolarmente orgoglioso. Restiamo a disposizione della Prefettura e delle Autorità per un eventuale e coordinato impiego sul territorio, ma ringrazio tutti i motociclisti che hanno dato la loro disponibilità ed in particolare Toni Mori che si è prodigato fin da subito nelle operazioni di coordinamento”.

No agli aiuti improvvisati

Da tutta italia arrivano adesioni e solidarietà. Sono in molti che si stanno organizzando in squadre e sono pronti a partire per dare il loro aiuto su due ruote, ma al momento la situazione è gestita in maniera impeccabile e la Protezione Civile esorta a non organizzare carovane di aiuti improvvisati, per evitare di creare confusione. Se volete collaborare, vi invitiamo a contattare la FMI o i club che già sono attivi sul posto e che stanno collaborando strettamente con le autorità che gestiscono le attività di soccorso.

La Federazione  Motociclistica Italiana ed il Nucleo Enduristi di Protezione Civile del Gruppo Comunale di Cervetri, riguardo la situazione che si è venuta a creare nello svolgimento del servizio di assistenza alla popolazione nel tragico eventi del terremoto di Amatrice, comunica che:

– QUALSIASI OFFERTA DI AIUTO E PARTECIPAZIONE DA PARTE DI MOTOCICLISTI ED ENDURISTI
– QUALSIASI RICHIESTA DI MATERIALE DI CONSUMO ED ATTREZZATURA DEVE ESSERE PROMOSSA E GESTITA ESCLUSIVAMENTE DAL COORDINAMENTO DEL NUCLEO ENDURISTI DI PROTEZIONE CIVILE DEL GRUPPO COMUNALE DI CERVETERI.
– QUALSIASI ALTRA RICHIESTA E’ DA CONSIDERARSI ABUSIVA!!!

CONTATTI COORDINAMENTO NUCLEO ENDURISTI:

MARIO MENICOCCI 3286818957
DAMIANO INCAINI   3701308680 / 3803629505

giovedì 28 luglio 2016

Marco Melandri e la seconda avventura in Ducati

Si aspettava solo l'annuncio, l'ufficialità di una notizia che ormai era sulla bocca di tutti. Marco Melandri tornerà in SBK e lo farà in sella ad una Panigale del Team Aruba Racing.


In un comunicato stampa diffuso dal Team Ducati, la Casa augura il meglio per il futuro all'attuale compagno di Chaz Davies, il romano Davide Giugliano.

Alla terza stagione da ufficiale, Davide non ha forse raccolto quanto sperato, anche a causa del pesante infortunio subito ad inzio 2015 a Phillip Island che purtroppo si è ripetuto a Laguna Seca ponendo fine alla stagione passata. Questi due episodi e la mancanza di vittorie hanno probabilmente avvicinato il Team ad un altro nome di grido, che non aveva trovato una collocazione in griglia per il 2016.

Per il ravennate Marco Melandri questo sarà un ritorno in Ducati, dopo la brutta esperienza del 2008, quando partecipò alla stagione MotoGP in sella ad una Desmosedici GP8 che solo Casey Stoner riusciva a portare al limite.



Le difficoltà della stagione e la mancanza di risultati soddisfacenti allontanarono presto Melandri dalla Ducati, separando due strade che si riuniscono oggi.

La volontà di Aruba ha senza dubbio avuto il suo peso, perchè è innegabile che Marco Melandri sia una grande scelta mediatica prima che qualsiasi altra cosa. Ma è altrettanto innegabile che il palmares di Melandri in SBK parla chiaro, con il pilota che è stato capace di raccogliere vittorie e podi a raffica con tutte le moto che ha avuto a disposizione, dalla Yamaha R1 alla BMW S1000, prima di approdare all'Aprilia e trovare la perfetta sintonia con la RSV4.

La stagione 2017 assume un'importanza incredibile per entrambe le parti coinvolte in questo contratto. La Ducati vuole assolutamente vincere e spezzare un digiuno di titoli mondiali che dura dall'ormai lontano 2011 targato Carlos Checa.

D'altra parte Marco Melandri, ha intenzione di dimostrare tutto il proprio valore, zittendo coloro che l'hanno criticato di fronte alla pessima stagione vissuta nel 2015 in Aprilia MotoGP con una moto che era tutto, tranne un prototipo adatto a quella categoria.

Il pilota ha già annunciato di avere in programma dei test sulla Panigale R di serie, che inizieranno presto per prendere confidenza con il carattere di questa moto. L'accoppiata Melandri-Ducati farà parlare moltissimo di sè, fino all'inizio della stagione.

C'è anche una possibilità che si dia la chance a Macio di disputare una wild card entro questa stagione. La pausa prima del Lausitzring è lunga, e l'ipotesi è tutt'altro che peregrina.

martedì 24 maggio 2016

MARCO BARALDI: visita alla Moto Gp, Gran Premio d’Italia - Mugello 2016

Tutta colpa del DucaChef...



Avevo sperato in un pass track perchè erano un po’ di anni che non mi dilettavo a fotografare le prodezze dei piloti della Moto GP. Purtroppo l’illusione è svanita una settimana prima dell’inizio delle prove…
 Mannaggia al Duca Chef !!! 

Pensavo fosse finita ed avevo già appeso la fotocamera al chiodo se non fosse che venerdì sera mi telefona Paolo Mr Kiron ed ecco sbucare 2 pass paddok per l’edizione 2016. Inforco la moto ed eccomi in giro per il paddock con un’ottica corta, mooolto corta. Quella del telefonino! Non potendo fotografare le moto ho dovuto (aimè) ripiegare sulla fauna da paddock. Lo sporco lavoro continua…





















MARCO BARALDI, "Mansell" per quelli che lo conoscono come Presidente del Ducati Monster Club Italia, nasce a Bologna un bel po’ di anni fa, sempre stato appassionato di fotografia fin da piccolo.
"Mi piace incontrare nuova gente e fare nuove esperienze in Italia o fuori da essa 

Casting ombrelline Team Aruba Racing – Ducati


Sono stato incaricato di selezionare le prossime 2 ragazze ombrello del Team Aruba.it Racing – Ducati per la tappa del campionato mondiale Superbike nel circuito intitolato a Marco Simoncelli in quel di Misano Adriatico. L’evento avrà luogo dal 17 al 19 giugno 2016. Inviami i tuoi dati corredati di immagini (primo piano, mezzo busto e figura intera) e parteciperai al casting delle 2 ragazze che affiancheranno i piloti ufficiali Davide Giugliano e Chaz Davies in griglia di partenza. Per ulteriori info puoi torvarmi sulla mia pagina facebook o inviarmi una email dal modulo contatti del sito. A presto Marco Baraldi […]


Virtual Tour Google Ducati

Una meravigliosa passeggiata nella storia a due ruote (e non solo…) della Ducati realizzata dal fotografo di Bologna Marco Baraldi. Grazie ad una attrezzatura speciale e software dedicati alla realizzazione dei virtual tours.

Virtual tour museo ducati realizzato dal fotografo Bologna Marco Baraldi
All'Amico "MANSELL", con le scuse per l'involontario bidone ...
                                    Andrea Imondi ... il DucaChef !

Redazione Motori Sport Review Motori: tutta la verità, nient'altro che la verità